L’ecodesign riduce gli imballi di un milione di tonnellate

Modifiche nelle caratteristiche e nei materiali utilizzati per la realizzazione del packaging dei loro prodotti permetteranno alle aziende alimentari e del largo consumo di ridurre di oltre un milione di tonnellate la produzione di packaging nei prossimi 10 anni.  La buona notizia è confermata da una ricerca realizzata dalla Georgetown Economic Services che si è rivolta direttamente a 14 grandi aziende USA chiedendo i loro piani per la riduzione del packaging nel decennio 211-2020. Una seconda ricerca sul tema realizzata dalla McKinsey & Company afferma inoltre che dal 2005 al 2010 le 19 aziende prese a campione hanno ridotto la produzione di imballi di circa 675.000 tonnellate mettendo in atto più di 180 progetti di cambiamento. Tra le iniziative di ecodesign delle società che hanno ottenuto questi risultati vi sono: il passaggio ad un barattolo realizzato in vetro riciclato post-consumo al 100% da parte di un’azienda produttrice di salse, l’eliminazione di 315.000 kg di PVC da parte di un’azienda produttrice di alimenti in scatola, ed infine la sostituzione di tutti gli imballi in cartone utilizzati per le spedizioni con altri realizzati esclusivamente con materiale cartaceo riciclato post-consumo. Le principali modifiche sono state ottenute negli imballi realizzati in plastica o carta: le aziende prese a campione, a partire dal 2005, hanno infatti ridotto di 360.000 tonnellate l’utilizzo di plastica e di 225.000 tonnellate quello della carta. Per approfondire fate click qui.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ecodesign. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...