Il business sostenibile: etico o solamente di buon senso ?

Quale è la relazione vera fra sostenibilità economica e sostenibilità ambientale ? Ci può mai essere una senza l’altra soprattutto se spingiamo la nostra visuale dal breve al medio lungo periodo? A questo proposito  vorrei “rimbalzarvi” una notizia che è passata nei quotidiani dell’ultima settimana (forse non è stato facile accorgersene con quel che sta succedendo) . A quanto pare la Cina si accinge a presentare nelle prossime settimane, in occasione del convegno internazionale di Durban sui cambiamenti climatici, un enorme programma di investimenti . Miliardi di euro di investimento per rendere più efficiente la produzione di energia ed i consumi degli immobili, per affermare definitivamente la produzione di energia rinnovabile per “riparare” il territorio con la riforestazione di spazi enormi che proteggeranno le pianure dalla sabbia. E a quanto pare questa notizia viene vissuta dai suoi competitori globali, gli Stati Uniti, come la conferma definitiva della leadership cinese nel nuovo secolo . Quindi la sostenibilità diventa il fattore principe della competizione fra le grandi economie e soprattutto si interviene per ridurre i nostri impatti sull’ambiente non per motivi etici ma per affermare la propria supremazia ed i propri interessi (e magari la stessa sopravvivenza) . Se passiamo dalle dimensioni “continentali” a quelle delle singole aziende, anche se di grandi dimensioni vediamo che il tema del rapporto fra sostenibilità economica ed ambientale si ripropone. Come ad esempio accade alla Pepsi Cola che deve prendere in considerazione gli effetti dei suoi impianti di produzione sull’equilibrio idrico dei paesi in cui sono localizzati, fino a pensare anche di ritirarsi da quelli più critici. Oppure Method che investe per riutilizzare materiale plastico proveniente dalle grandi “pattumiere oceaniche” (una realtà davvero angosciante)o dei produttori di barrette al cioccolato che abbracciano le pratiche del commercio equo e solidale per garantirsi forniture stabili nel lungo periodo.  Buon senso e stabilità e visione del lungo periodo. Che sia anche una ricetta per uscire dalla crisi in cui ci dibattiamo ?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Editoriali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...