Ricerche: cosa pensano i consumatori di smart grid e risparmio energetico?

Qual è l’atteggiamento degli americani nei confronti del consumo di energia elettrica? E quanto ne sanno individui e famiglie USA su tecnologie emergenti come le Smart Grid o reti intelligenti? A questa e ad altre domande ha cercato di dare risposta la ricerca “Consumer Pulse and Market Segmentation Study” realizzata dalla Smart Grid Consumer Collaborative (SGCC), un’ organizzazione no-profit che si adopera per la diffusione delle rete elettriche intelligenti.

I ricercatori, sulla base delle risposte date da circa 1.200 utilizzatori privati di energia elettrica al questionario, hanno segmentato gli stessi in cinque differenti categorie di consumatori. I gruppi così creati evidenziano atteggiamenti comuni al loro interno, in particolare per quanto riguarda la disponibilità ad utilizzare strumenti per la gestione dei consumi energetici. Il gruppo più numeroso (31%) è determinato dai “Concerned Greens” , ovvero coloro che sono particolarmente attenti alle tematiche ambientali. Chi fa parte di questo gruppo è molto interessato allo sviluppo ed alla diffusione delle smart grid. In seconda posizione il gruppo degli “Young America” con una percentuale del 23%. I consumatori che rispecchiano questo profilo ammettono di non sapere molto sulle smart grid, ma di essere comunque interessati ad approfondire quali benefici offrano dal punto di vista ambientale ed economico. Il 20% degli americani rientra nella categoria “Easy Street”. Questi consumatori hanno redditi più alti di qualsiasi altro segmento e sono riluttanti a cambiare le loro abitudini, anche relativamente alla gestione del consumo energetico. I “DIY & Save” rappresentano il 16% degli intervistati. Si caratterizzano per uno stile di vita molto frugale e con scarsa disponibilità economica. Sono quindi più impegnati a risolvere i propri problemi  finanziari che ad approfondire tematiche ecologiche. Infine resta un 11% di americani definiti “Traditional”, poco aperti alle novità ed assolutamente non interessati a gestire i propri consumi di energia. Per saperne di più sui risultati della ricerca, fate click qui.

Se l’articolo è stato di tuo interesse visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Energia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...