Moda: un conto economico ambientale per i grandi marchi del lusso

Il mondo dell’alta moda fa il suo ingresso nella green economy. PPR, holding francese dell’abbigliamento di  lusso e proprietaria di marchi come Gucci, Ysl, Balenciaga, Alexander McQueen e Bottega Veneta  ha annunciato che intende realizzare il primo bilancio ambientale di gruppo entro il 2015.Tale documento permetterà  di tradurre in termini monetari, con un vero e proprio conto economico ambientale (Profit & Loss Account), l’impatto ambientale diretto dell’attività del gruppo francese dell’alta moda ed anche della sua supply chain. Le prove generali sono state già fatte. Infatti Puma, marchio di abbigliamento e calzature sportive, anch’esso di proprietà della PPR, ha presentato nel dicembre scorso il suo primo “profitti e perdite” ambientale”. Da tale documento risulta che il costo globale dell’impatto ambientale di Puma e della sua supply chain è pari a 145 milioni di euro.  Il 94% di tale  valore deriva dalle attività dei fornitori del brand ed è traducibile monetariamente in un costo di 137 milioni di euro. Fra queste la produzione delle materie prime (pelle, cotone e gomma) necessarie alla realizzazione di scarpe e capi di abbigliamento sportivo  genera  il 57% degli impatti, pari a 57 milioni di euro. Dalle attività dirette di Puma (la gestione degli uffici, dei magazzini, dei negozi e l’attività di logistica)  discende perciò il rimanente 6%  (11 milioni di euro). Tali dati sono stati ottenuti considerando cinque diverse tipologie di impatto dell’attività aziendale sulle risorse del pianeta: emissioni di gas a effetto-serra, consumo d’acqua, utilizzo del suolo, inquinamento atmosferico e produzione di rifiuti. Sulla base di tali risultati in Puma hanno già pianificato azioni a medio lungo termine per migliorare i risultati del prossimo conto economico:  tra queste: scelta di alternative per quanto riguarda i fornitori e modifiche nelle modalità di approvvigionamento delle materie prime.

Se l’articolo è stato di tuo interesse visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Contabilità e Finanza e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...