Impatti: Kraft comunica la sua carbon footprint

Kraft Food, la seconda industria alimentare al mondo, titolare di  noti marchi  quali Milka, Nabisco, Oreo e  Philadelphia ha reso noti i risultati di un’analisi volta ad individuare l’impatto globale della sua attività sull’ambiente attraverso l’utilizzo di diversi indicatori  chiamati “impronta ecologica”, “impronta idrica” ed “impronta carbonica”.Per mezzo di  tali indici si individuano infatti gli impatti che  ogni individuo, azienda, o nazione ha sul consumo di risorse ambientali, in particolare di acqua e  di terra, ma anche il suo contributo all’emissioni di CO2. L’analisi  commissionata da Kraft Food rientra tra le varie attività del suo “multi-year footprint project”. Il principale risultato evidenzia che il 90% dell’impronta carbonica di Kraft viene generato al di fuori della stessa. In particolare  è l’attività agricola, necessaria a produrre le materie prime poi trasformate da Kraft, a rappresentare il 60% della sua impronta carbonica, più dell’80% del suo consumo di terra (impronta ecologica) ed il 70% della sua impronta idrica (consumo di acqua). Al contrario l’attività di trasformazione impatta solo marginalmente (10% dell’impronta idrica) e genera una percentuale irrisoria dell’impronta ecologica. Da ciò discende che l’impatto maggiore generato da Kraft deriva proprio dalle attività della sua supply chain. Sulla base di tali risultati Kraft Foods si impegna entro la fine del 2015 ad aumentare del 25%, l’approvvigionamento sostenibile di prodotti agricoli di base, di  ridurre del 15%, il consumo di energia ed  il consumo di acqua, la produzione di  rifiuti e di emissioni degli  impianti di produzione  e di eliminare di 50.000 tonnellate  di materiale da imballaggio ed 80 milioni di km dalla sua rete di trasporto. La ricerca è stata realizzata  in partnership con Quantis Inc. ed è stata analizzata e verificata  dal WWF (World Wildlife Fund) e dall’  Institute on the Environment dell’Università del Minnesota.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Agricoltura, Allevamento e Pesca e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...