Report CSR: Ammettere gli insuccessi è il primo passo per superarli

“Abbiamo buone notizie, ma anche cattive notizie” è la frase con cui Anvil Knitwear, azienda USA che disegna, produce e commercializza abbigliamento sportivo, ha aperto la presentazione del suo Report CSR 2011, relativo all’anno fiscale 2010. Il motivo di tale esordio è legato alla crescita del 32% delle sue emissioni di gas serra nell’anno in questione, dovuta principalmente ad un incremento del 36% della produzione.L’aumento della produzione dell’azienda nel corso del 2010, dopo vari anni di crisi, è stata caratterizzata in particolare da una variazione del mix produttivo che ha visto crescere la richiesta di t-shirt colorate a discapito di quelle bianche. La realizzazione di capi tinti ha quindi richiesto un maggior uso di energia e di acqua, ma anche un aumento delle emissioni di Co2 per la produzione ed il trasporto di più capi. Tale situazione ha fatto sì che l’azienda non raggiungesse l’obiettivo che si era posta per il 2010, cioè ridurre le emissioni di Co2 del 10% entro la fine dell’anno. Nonostante però il valore assoluto sia andato sotto le aspettative, la buona notizia è che si è ridotta comunque la “resource intensity”, ossia la  quantità di acqua, vapore ed energia consumate per unità di prodotto.  La novità del report CSR 2011 di Anvil Knitwear è la misurazione per la prima volta dell’impronta idrica (water footprint) dell’azienda. Da tale indicatore l’azienda è venuta a conoscenza che a generare il maggior consumo d’acqua è l’attività di coltivazione del cotone necessario a realizzare le sue t-shirt. Si attiverà quindi su due differenti strade: l’utilizzo di fibre diverse dal cotone che richiedano un minor consumo d’acqua per la produzione e l’affiancamento ai suoi fornitori per l’implementazione di tecniche più sostenibili di coltivazione.

 Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CSR e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...