Una green label anche nel settore automobilistico

La General Motors ha annunciato che dal mese di febbraio la nuova Sonics appartenente al brand Chevy sarà dotata della prima green label volontaria e certificata da terze parti del settore automobilistico. Entro il 2013 questa etichetta ambientale dovrà trovare posto in tutti i nuovi prodotti della piattaforma Chevrolet.

Trovare posto è forse la giusta espressione per sottolineare come questa etichetta, che pur misura  17 x 34 cm in realtà non riesce a fornire tutte le informazioni possibili ed quindi è stato anche realizzato un minisito (www.chevrolet.com/ecologic) attivo da marzo che dovrebbe fornire altre informazioni ai possibili acquirenti della Sonic. Nella etichetta Ecologic troveranno intanto posto informazioni relative alle tecnologie utilizzate per il risparmio di carburante, alla riciclabilità dei vari componenti dell’auto al termine del suo ciclo di vita e alle iniziative intraprese per limitare gli impatti ambientali delle unità di produzione. Un approccio che pecca forse di un certa genericità (vedo pochi numeri) ma che ha anche il pregio di imboccare per primo una visione life cycle nella comunicazione ambientale del settore. Negli Stati Uniti sono in via di applicazione infatti normative anche molto dettagliate per l’informazione sul tema dei consumi di caburante. Da non trascurare che questa etichetta secondo quelle che vengono considerate buone norme viene validata da un ente terzo che ne testimonierebbe la correttezza delle affermazioni. Un aspetto di interessse anche per il pubblico italiano è che la GM ha scelto Sonic per introdurre l’etichetta Ecologic anche perchè questo è l’unico modello della sua classe interamente prodotto negli Stati Uniti. Dove evidentemente nazionalismo e consapevolezza ambientale vanno in qualche modo d’accordo.Terminiamo ricordando che GM sta investendo molto sulla nuova coscienza ambientale e recentemente ha conquistato l’attenzione dei media impegnandosi a riciclare le barriere utilizzate per il contenimento della marea nera nel Golfo del Messico trasformandole in componeneti della sua Chevy Volt.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratutita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Marketing e vendite e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...