L’industria alimentare riduce la produzione dei rifiuti; il caso Kraft.

Obiettivo rifiuti zero raggiunto in 36 dei suoi stabilimenti produttivi. Di questo può vantarsi la Kraft, multinazionale americana del food, che ormai da anni porta avanti una politica ambientale finalizzata alla riduzione degli sprechi, al riciclo ed al riutilizzo degli scarti di produzione. Già dal 2005 infatti l’azienda si era impegnata pubblicamente a ridurre del 15% entro 6 anni i rifiuti provenienti dai suoi processi produttivi. Tale obiettivo è stato ampiamente superato, raggiungendo quota 42% già entro il 2010. L’azienda  sta attualmente riutilizzando il 90% di quanto viene eliminato durante i suoi processi di lavorazione; risultato ragguardevole tanto più se consideriamo che la fase di produzione contribuisce per oltre il 99% alla quantità di rifiuti solidi che l’azienda produce. La gestione dei rifiuti  è solo una delle sei aree sulle quali Kraft si è impegnata a lavorare per migliorare la responsabilità ambientale dell’impresa e la sua sostenibilità. Le altre sono:  utilizzo di prodotti agricoli sostenibili, imballaggi, energia, acqua e trasporto/distribuzione.  L’azienda che ha intrapreso la sua guerra ai rifiuti, ha centrato l’obiettivo “zero waste”, ovvero riciclo totale degli scarti, in 12 impianti americani e 24 europei. Per fare alcuni esempi l’impianto di Beaver Dam, nel Wisconsin, è dotato di un digestore anaerobico che trasforma i rifiuti in biogas usato poi per generare energia. Ed ancora in Russia, l’impianto di San Pietroburgo riutilizza i chicchi di caffè  di scarto per realizzare pallet e il macinato scartato per produrre fertilizzante per gli allevamenti. Dall’impianto di Vienna, infine, gli scarti vengono inviati ad  una centrale di biomassa che produce calore ed elettricità per i quartieri vicini.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratutita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Riciclaggio - Smaltimento e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...