Danone e Sap integrano le informazioni aziendali per la misurare la carbon footprint

L’azienda alimentare Danone, titolare di marchi noti come Actimel, Activia  ed Evian, e la SAP, società specializzata nella fornitura di sistemi software,  stanno collaborando per la realizzazione di un nuovo sistema che permetta alla Danone di comparare la “carbon footprint” (l’emissione di gas serra) di ciascuno dei suoi 35.000 prodotti e non solo della singola categoria merceologica (yogurt, acque minerali etc.).Lo sviluppo di tale sistema  rappresenta una delle varie iniziative che l’azienda francese sta mettendo in atto per raggiungere l’obiettivo della riduzione del 30% della sua “carbon footprint” aziendale entro la fine del 2012. Le altre attività riguardano infatti le tecnologie produttive, il packaging, la gestione dei rifiuti ed i trasporti. La nuova soluzione software sarà completamente integrata con le infrastrutture SAP già presenti in Danone: infatti circa l’ 80% dei dati necessari all’analisi del ciclo di vita del singolo prodotto sono già disponibili in azienda e verranno quindi raccolte automaticamente e continuativamente dal nuovo sistema di analisi, senza il bisogno di doverle cercare nei vari database aziendali. Grazie al sistema SAP, Danone potrà quindi verificare non solo l’impatto ambientale di ciascun prodotto (ad esempio la differenza di impatto tra uno yogurt alla frutta ed uno yogurt magro), ma comprendere anche quale sia la fase del ciclo di vita che maggiormente influenza i costi ambientali del singolo articolo. L’obiettivo del nuovo software è quello di fornire ai responsabili aziendali dei vari processi informazioni utilizzabili per le analisi delle varie opzioni e per sviluppare azioni più sostenibili relative allo sviluppo prodotto, alla scelta degli ingredienti, all’approvvigionamento, ai trasporti ed  agli investimenti. Per spingere ulteriormente in tale direzione Danone ha previsto per i manager coinvolti nel processo dei bonus legati al raggiungimento degli obiettivi di riduzione della carbon footprint del proprio settore. Per saperne di più questo è il link consigliato.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratutita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Information Technology e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...