Greenpeace di nuovo all’attacco della filiera dell’abbigliamento

Una recente ricerca di Greenpeace ha dimostrato che il primo lavaggio domestico è in grado di rimuovere una elevata quantita di componenti chimici pericolosi ancora depositati sui prodotti di abbigliamento. Il risultato è frutto di testi su capi appartenenti a brand globali di grande reputazione come Nike, H&M, Ralph Lauren, Adidas e cosi via (14 le marche valutate). Gli stessi consumatori diventano quindi responsabili in maniera inconsapevole, perchè nessuna informazione viene loro fornita, di un pericoloso inquinamento.I test effettuati hanno infatti segnalato che anche l’80% di alcuni componti chimici  possono essere rimossi al primo lavaggio e finire nel ciclo dell’acqua in concentrazioni pericolose. Si tratta in particolare dei Nonilfelati, etossilati; sostanze che sono già state poste al bando in molti paesi.Divieti che possono essere aggirati grazie alla produzione in paesi con minori controlli come la Cina. I danni provocati da questi componenti chimici riguardano in particolare gli apparati di riproduzione. Greenpeace ha chiesto quindi alle amministrazioni pubbliche dei paesi coinvolti un innalzamento dei sistemi di controllo e alle aziende un intervento diretto nei confronti della loro supply chain. Si tratta della seconda iniziativa di trasparenza ed informazione compiuta da Greenpeace nei confronti della filiera tessile. La prima meno di un anno fa aveva coinvolto questa volta la fase di produzione. Un report aveva dimostrato il grande inquinamento delle acque di laghi e fiumi provocato da uno dei principali produttori cinesi. L’azione di Greenpeace sta determinando nuovi e significativi  impegni da parte di marche importanti come ad esempio Nike e Puma. Il report di Greenpeace può essere scaricato qui.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratutita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...