Facebook condivide le sue emissioni di gas serra

Facebook ha recentemente condiviso con i suoi utenti e con l’intera opinione pubblica i dati relativi alla emissione di gas serra derivanti dalla sua attività. Il valore complessivo è di 285 mila tonnellate pari alle emissioni di 56 mila auto. Il 72% dell’impatto di Facebook deriva dall’attività dei suoi data center, il suo mix energetico vede al primo posto il carbone (27% del totale), mentre le energie rinnovabili forniscono il 13% del suo fabbisogno. L’obiettivo a tale proposito, per la verità non molto ambizioso, è di arrivare al 15% nel 2015.
Facebook ha utilizzato il sistema di rilevazione certificato dal Green House Protocol (GHP) che categorizza le emissioni in tre categorie Scope 1 per le emissioni provocate direttamente dalla attività della società, Scope2 che include le emissioni provocate dalla produzione della energia utilizzata e Scope3 che include le emissioni generate dalla attività collegate o della filiera come ad esempio quelle che derivano dal trasporto degli impiegati che raggiungono il lavoro o dalla costruzione dei data centers. Scorrendo i dati messi a disposizione si scopre ad esempio che i data center della regione orientale (costa atlantica) consumo meno energia di quelli della costa opposta ma emettono più gas serra perche utilizzano energia prodotta principalmentecon il carbone; mentre il peso delle attività indirette è del 23% anche se viene indicato che non tutte le attività sono state conteggiate. Ad esempio Facebook non considera le emissioni provocate da ciascun suo fan mentre usa i suoi servizi perchè assommerebbero a pochi grammi l’anno (circa 270). Giustamente alcuni fanno però rilevare che dati gli enormi numeri di amici del social network il conteggio anche di questa attività farebbe addirittura raddoppiare le emissioni totali di Facebook! I numeri forniti da questa società sono particolarmente interessanti perchè riguardano un settore, l’information tecnology, che pesa in termini di emissioni ancora poco più dekl 2% a livello globale ma ha come possiamo immagginare tassi di crescita molto rilevanti .Solo le emissioni dei data centers sono cresciute del 56% dal 2005 al 2011. Per questo motivo il rinnovato impegno di facebook nella misura degli impatti delle sue attività e nelle conseguenti iniziative di miglioramento viene valutato molto positivamente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...