E’ realtà la prima bottiglia di plastica che nasce dai rifiuti del mare

Vi ricordate? Ne avevamo già parlato quasi un anno fa. Method, azienda che realizza prodotti per l’igiene della casa e della persona, aveva annunciato la progettazione di una  bottiglia realizzata in HPDE (polietilene ad alta densità) ottenuto  per il 25% riutilizzando i rifiuti di plastica finiti nelle grandi pattumiere oceaniche. Ora la sua presentazione al mercato in USA è avvenuta poco tempo fa.

Nel frattempo come è stato portato avanti il progetto? Innanzitutto per il recupero della sua materia prima, Method ha organizzato una serie di giornate dedicate alla pulizia dell’oceano. Da tali iniziative sono stati ricavate centinaia di tonnellate di rifiuti provenienti dal mare. Ma la sfida più grande è stata quella di recuperare la plastica necessaria all’azienda prima che essa si degradasse nell’ambiente marino e si riducesse in  minuscole particelle impossibili da raccogliere in grandi quantità e difficili da riutilizzare.

Sebbene le giornate di pulizia delle spiagge organizzate da Method abbiano dato i loro buoni risultati, uno degli obiettivi principali della azienda è stato  quello di organizzare la raccolta della materia prima in maniera continuativa e massiccia. Sono stati individuati diversi partner ; tra questi la United By Blue azienda produttrice di abbigliamento che si impegna a rimuovere circa mezzo chilo di rifiuti dagli oceani e corsi d’acqua per ogni capo venduto.

Infine, gli ingegneri dell’azienda hanno invece lavorato per rendere le nuove bottiglie ricavate dalla plastica dell’oceano più consistenti e durevoli. Il lancio ufficiale del nuovo packaging ha portato con sè il forte messaggio della necessità di essere maggiormente responsabili dei rifiuti che abbandoniamo in mare o sulle spiagge. Per saperne di più consultate il sito di Method.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratutita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Imballi - Packaging e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...