Patagonia crea un’alternativa “vegetale” al neoprene

muta patagoniaPatagonia, l’azienda USA produttrice di abbigliamento outdoor e sportivo, da sempre attenta all’ambiente ha creato un’alternativa sostenibile e vegetale al neoprene. Quest’ultimo è infatti un derivato dal petrolio e viene da sempre utilizzato per la realizzazione di abbigliamento sportivo e tecnico altamente impermeabile e termoisolante come ad esempio le mute subacquee per il surfing o per le immersioni.

L’azienda americana, in collaborazione con la Yulex Corporation, leader nel settore delle tecnologie pulite ha impiegato quattro anni per la ricerca e la sperimentazione del  sostituto “green” del neoprene. Si tratta di un nuovo materiale, una gomma biologica, realizzato a partire dal guayule, arbusto appartenente alla famiglia delle asteracee e nativo del  Messico.  Il guayule non è una pianta alimentare e per la sua coltivazione non richiede l’utilizzo di pesticidi e necessita di pochissima acqua, si tratta infatti di un arbusto abituato a crescere nel deserto. A tutto ciò si aggiunge che il suo processo di lavorazione e trasformazione ha un impatto ambientale minimo.

Le nuove mute prodotte da Patagonia sono attualmente realizzate per il 60% con la gomma biologica realizzata con il guayule. L’obiettivo dell’azienda è molto più ambizioso: quello di arrivare a proporre un tessuto impermeabile realizzato al 100% con materiale vegetale. Per compiere quest’ulteriore passo, l’azienda attende però la risposta del mercato che necessita di un certo periodo di tempo di adattamento prima di accettare la novità e sperimentare che le prestazioni del nuovo materiale sono equivalenti a quelle del più inquinante neoprene.

Fino a primavera 2013 le tute “vegetali” realizzate da Patagonia saranno disponibili solo per il mercato giapponese. Dopo tale data, la commercializzazione si estenderà al mercato americano.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratutita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ecodesign e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...