Unilever aiuta le famiglie a ridurre gli sprechi domestici

foodwaste2Unilever, la multinazionale anglo-olandese, titolare di molti dei principali marchi nel settore food, ha lanciato un nuovo progetto con l’obiettivo di testare la capacità delle famiglie inglesi di ridurre gli sprechi domestici, in particolare di cibo, del 25%.
Sviluppato in partnership con la società di consulenza “The Future Company” il progetto, chiamato “Sustainability Challenge”, in una fase di test coinvolgerà 12 famiglie inglesi. Ad esse Unilever fornirà per sei mesi consigli mirati e strumenti per aiutarle a rivedere la propria organizzazione domestica in un’ottica di sostenibilità, spingendole ad adottare comportamenti virtuosi che le porteranno a ridurre il loro impatto ambientale, ma anche le loro spese domestiche di circa il 15%.

In questo modo l’azienda sarà in grado di dimostrare ai propri consumatori che vivere in maniera sostenibile non comporta costi aggiuntivi come, erroneamente, molti di loro ritengono, ma, al contrario permette di ottenere un risparmio sul bilancio domestico.
In particolare il progetto si focalizzerà sulla riduzione degli sprechi di cibo; un problema molto sentito in Gran Bretagna che aziende ed istituzioni stanno cercando di risolvere. In media le famiglie inglesi gettano nella spazzatura cibo scaduto o non utilizzato per un valore pari a circa 680 sterline.

Il “Sustainability Challenge” è un progetto che fa parte del Sustainable Living Plan il piano strategico ambientale dell’azienda mirato a ridurre l’impatto ambientale e l’impronta ecologica di Unilever. Attualmente, secondo gli studi dell’azienda più di due terzi del suo impatto ambientale deriva dalle attività di uso e smaltimento dei propri prodotti da parte del consumatore finale. Quindi, aiutando i consumatori a rendere più consapevole il proprio comportamento in casa, l’azienda punta a raggiungere il suo obiettivo di lungo termine: quello di dimezzare il proprio impatto ambientale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CSR e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...