General Electric passa da ecoimagination ad ecoreality?

industrial-internetLe strategie di comunicazione di General Electric stanno subendo un profondo cambiamento che sembra ridimensionare la centralità del Brand Ecoimagination destinato, dal 2005, a concentrare tutte le iniziative di innovazione della grande azienda a vantaggio dell’ambiente.  Cosa c’è effettivamente dietro ? A quanto pare l’affermazione di una nuova parola chiave, Industrial Internet, che sembra in grado però di ottenere gli stessi vantaggi per l’ambiente e forse anche di più. Il brand Ecoimagination in realtà non è scomparso dalla comunicazione  di GE e la stessa azienda si affretta a smentire qualsiasi dubbio a riguardo. Rimane il fatto che in molti hanno potuto notare la minore enfasi posta su questa divisione strategica e l’assenza dei suoi uomini in alcuni  appuntamenti pubblici. Secondo GE in realtà quello che sta succedendo, almeno nella loro azienda, è che l’approccio ecosostenibile è in realtà diventato “l’approccio” alla innovazione di prodotto e quindi non rischiede una sottolineatura particolare.

L’ astro nascente nella comunicazione istituzionale ma sopratutto nella strategia di sviluppo ed innovazione di GE ha invece una nuova, attraente definizione: l’Industrial Internet, che sta per l’applicazione delle logiche che hanno portato alla crescita esponenziale della produttività del mondo digitale (la capacità di eleborazione dei dati, la connettività, la condivisione , l’apertura) al mondo reale, quello delle macchine, tanto per fare il caso di GE, come motori, treni, aerei, apparecchiature sanitarie e cosi via.
Macchine che saranno interconnesse ed aperte come oggi lo sono le applicazioni del mondo digitale.

Secondo molte autorevoli istituzioni l’Industrial Internet può rappresentare un fattore fondamentale di sviluppo. La Banca Mondiale parla di una crescita aggiuntiva di 15 mila miliardi di dollari da qui al 2030 (come se si aggiungesse una economia grande come quella attuale degli Stati Uniti) con un aumento del reddito medio dal 25 al 40% nei prossimi 20 anni. Davvero impressionante. Ma allora l’affermazione di Internet anche nel mondo della manifattura metterà da parte l’attenzione alla sostenibilità e sopratutto anche i suoi effetti concreti?

La risposta è NO a quanto pare, visto che l’incremento di reddito e produttività passa proprio attraverso maggiore efficenza e maggiori risparmi che verranno garantiti al funzionamento di queste macchine. Significa meno consumi di energia termica ed elettrica, migliori performance a parità di input e anche una vita di esercizio più lunga. In definitiva quindi l’ Industrial Internet finirà per contribuire alla  dematerializzazione e alla decarbonizzazione del nostro sistema produttivo ed economico.

Questo avverrà, ma secondo l’azienda sta già avvenendo, perchè le macchine di ogni tipo potranno essere interconnesse e monitorate anche da remoto per controllare temperature, pressioni, vibrazioni ed altre variabili chiavi sulle quali si potrà intervenire per incrementare efficenza e prestazioni. Non solo macchine aperte potranno essere utilizzate anche da produttori diversi come oggi avviene per gli open software per sviluppare una ulteriore scia di applicazioni innovative destinate anche ai più piccoli segmenti di mercato. Tutto molto bello. Ma ci sarà spazio per tutti ?

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratutita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Produzione e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...