Philips riprogetta la macchina del caffè puntando al “closed loop”

coffe-mug-and-beansDal 2008 Philips ha dato vita ad un programma di innovazione sostenibile coinvolgendo dipendenti e fornitori in riflessioni su nuovi modelli di ecobusiness ed ecoprogettazione. I risultati di tale attenzione strategica non si sono fatti attendere: uno di questi è la creazione della prima macchina sostenibile per il caffè. Scopriamone insieme le caratteristiche.Si chiama Senseo Viva Caffè Eco ed è la prima macchina per il caffè  progettata con in mente l’obiettivo di avvicinarsi alla modalità del “closed loop”, ovvero l’utilizzo per la realizzazione del prodotto di materie prime riciclate che al termine del ciclo di vita del bene saranno nuovamente riutilizzate. La sfida principale dell’azienda nell’intraprendere questo cammino  è stata quella di mantenere sempre alto il livello qualitativo e di performance del prodotto, pur sviluppando una soluzione più sostenibile rispetto alle precedenti.

Il risultato più rilevante  è stato l’utilizzo di circa il 50% di plastica riciclata, nonostante ci fossero difficoltà legate sia all’implementazione di nuovi processi di trasformazione che nell’approvvigionamento di materie prime riciclate. In collaborazione con la società di riciclaggio Coolrec, Philips ha sviluppato una nuova tecnologia per il trattamento dei vecchi prodotti raccolti dai centri assistenza che permette di ottenere dagli scarti della plastica della materia prima di ottima qualità, sia per quanto riguarda la sua capacità di essere nuovamente termoformata che per  durabilità e resistenza. Le restanti parti del nuovo prodotto sono realizzate con materiali riciclabili, inoltre esso è completamente privo di Pvc e di ritardanti di fiamma a base di brominati ed è il 10% più leggero rispetto agli analoghi prodotti dei competitor.

L’esperienza di ecoprogettazione che Philips ha sviluppato con Senseo Viva Caffè sarà utilizzata per la realizzazione di ulteriori nuovi prodotti sostenibili, con l’obiettivo di arrivare dalle attuali 76 tonnellate di materiale plastico riutilizzato a ben 4000 tonnellate entro il 2015.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratutita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ecodesign e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...