Mille prodotti per battere la crisi

imagesSappiamo già che un modo diverso per guardare a ciò che ci accade intorno può servire per trovare una soluzione innovativa ai nostri bisogni. La ricerca I.T.A.L.I.A realizzata da Symbola, UNIONCAMERE e Fondazione Edison e presentata a Treia il 5 Luglio ci offre una analisi inconsueta del nostro sistema produttivo che confligge con la visione prevalente del declino della nostra economia e ci consente significative speranze per il futuro. Non solo innovazione, ma anche ottimismo della consapevolezza.

In cosa consiste esattamente questo cambiamento di occhiali? Se ci rifacciamo alle modalità tradizionali di leggere i dati macroeconomici del nostro sistema economico e produttivo tutti sembrano indirizzarci verso la convinzione di una continua e consistente perdita di competitività di fronte alla globalizzazione dei mercati e delle risorse. E non si può negare che i dati complessivi relativi a produzione e occupazione confermano drammaticamente questa ipotesi. Eppure le valutazioni possono cambiare  se si guarda con ai dati con la rinnovata curiosita della ricerca  I.T.A.L.I.A.

Infatti se andiamo alle performance dei singoli prodotti realizzati nel nostro Paese e prendiamo il surplus della bilancia commerciale come indicatore della loro competitività internazionale, viene fuori un panorama significativamente diverso. Sono quasi 1.000 infatti i beni che le nostre imprese riescono ad imporre sui mercati globalizzati con risultati di assoluta eccellenza. Prima di andare nel dettaglio notiamo che anche a livello aggregato il nostro sistema manifatturiero  occupa una posizione di primo piano. Infatti sono solo 5 i paesi del G-20 che mantengono un avanzo strutturale con l’estero per i prodotti manufatti non alimentari: Cina, Germania, Giappone, Corea… ed Italia. Non siamo proprio dei morti insomma quando si tratta di produrre e vendere cose.

Passiamo ora ai nostri “Mille” (con questi numeri una volta si faceva l’Italia, chissà che oggi non si riesca a salvarla o almeno a tirarla fuori dai guai). In realtà si tratta di 946 prodotti per i quali riusciamo a realizzare un saldo commerciale con l’estero che li pone al primo, al secondo, o al terzo posto di una ipotetica ma concreta graduatoria internazionale facendoci guadagnare per la precisione 183 miliardi di euro l’anno! Per la precisione 235 sono primi al mondo per l’avanzo commerciale con un saldo di 63 miliardi, 390 secondi per 74 miliardi di euro e 321 terzi con 45 miliardi di surplus. E gli effetti economici crescerebbero ancora se andassimo a guardare  i beni che si piazzano al 4 e 5 posto. Insomma nonostante la crisi e la presunta perdita sistemica della competitività del nostro Paese, ci sono in realtà centinaia di nicchie di mercato che le  imprese italiane hanno saputo conquistare come pochi.

L’analisi svolta da Symbola dimostra anche in altri modi che i luoghi comuni possono essere sfatati se si guarda alla realtà con attenzione e disponibilità. Ad esempio nel turismo. Anche qui la convinzione comune è che la perdita di competitività del sistema Italia ci abbia relegato a posizioni di secondo piano. Eppure se si guarda ai turisti extraeuropei, che sono il target di riferimento,  e al numero totale di pernottamenti (non solo transiti insomma) viene fuori che il nostro paese è ancora il primo in Europa.

Insomma niente è perduto, ma ancora tutto è nelle nostre mani (… e questo magari non ci tranquillizza completamente).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Marketing e vendite e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...