L’Esperienza di Sprint con la LCA

garbageSprint, azienda americana del settore dell’elettronica e della telefonia, ha utilizzato il modello di Life Cycle Assessment (LCA) per conoscere e comunicare in  maniera coinvolgente l’impatto ambientale dei propri prodotti.  La sua esperienza può essere di stimolo a chi intende perseguire gli stessi obiettivi

Ovviamente Sprint non ha utilizzato l’analisi di Life Cycle solo per un obiettivo culturale ; i suoi risultati sono stati impiegati nel processo di rinnovamento del packaging dei suoi prodotti. Un progetto che ha portato risultati significativi visto che l’impronta ambientale complessiva degli imballi si è ridotta del 55% dal 2009 al 2012 . I cambiamenti hanno riguardato la dimensione, il contenuto di materie riciclate, l’impiego di inchiostri a base naturale e cosia via. Secondo l’azienda oggi il packaging dei suoi prodotti include soltanto quello che è strettamente necessario e lo fa cercando di ridurre il più possibile il suo impatto ambientale.

L’impiego della LCA ha però fornito a Sprint altre informazioni ed insegnamenti interessanti e magari inaspettati. Ad esempio contrariamente alla attese i risultati più significativi di riduzione dell’impatto ambientale sono arrivati grazie alla riduzione delle dimensioni dell’imballo che ha comportato una forte ottimizzazione dei trasporti.

Per una azienda che spedisce i suoi prodotti in tutto il mondo l’effetto è cosi diventato rilevante sia per i costi che per l’ambiente. Il rigoroso modello di raccolta, analisi e revisione dei dati imposto dalle normative internazionali in tema di LCA, può determinare un allungamento dei tempi di esecuzione del progetto e magari anche costi del progetto superiori alle aspettative ma permette di avere a disposizione un sistema di informazioni attendibile e credibile.

Nel caso di Sprint questa opportunità si è concretizzata in una storia raccontata creativamente con la soluzione degli Infographics grazie ai quali  i clienti dell’azienda americana possono conoscere i risultati del suo impegno, gli elementi dell’imballo su cui si è intervenuto, i dettagli delle diverse tipologia di impatto ambientale. Informazioni che possono determinare un apprezzamento per il progetto di Sprint ma anche una crescita di consapevolezza dei consumatori nei confronti dei temi della sostenibilità. Per capire meglio si può visitare il sito dell’azienda oppure scaricare il documento qui.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratutita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Imballi - Packaging e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...