L’innovazione sostenibile premia le aziende che sanno osare

Innovation

Le aziende inglesi potrebbero ottenere risparmi pari a circa 100 miliardi di sterline all’anno grazie sviluppo di innovazioni sostenibili. Lo afferma una ricerca realizzata da Accenture in collaborazione con Marks & Spencer.

Il titolo del report “Fortune favors the Brave” è evocativo. Sta infatti ad indicare la necessità da parte delle aziende di “osare di più” in questo ambito, andando oltre il tradizionale concetto di “Corporate Social Responsibility”e mettendo la sostenibilità al centro delle loro strategie ed operations in modo da ottenere il massimo dei benefici che possono derivare dal green business.

La ricerca analizza i cinque principali aspetti dell’innovazione sostenibile: efficienza nell’uso delle risorse, economia circolare, nuovi modelli di consumo, condivisione del valore, trasparenza e coinvolgimento dei clienti. Vediamoli in dettaglio:

  1. Efficienza nell’uso delle risorse. Secondo Accenture le aziende inglesi potrebbero ottenere un risparmio di circa 61 miliardi di sterline sviluppando e mettendo in pratica iniziative per il corretto uso delle risorse naturali ed il risparmio energetico.  Un esempio concreto deriva da Marks & Spencer che ha ridotto il numero di veicoli della sua flotta aziendale del 25% ottenendo un risparmio di carburante di circa il 30%.
  2. Economia circolare Le aziende del settore del largo consumo in UK potrebbero risparmiare dai 15 a 18 milioni di sterline favorendo lo sviluppo dell’economia circolare attraverso l’aumento della vita utile dei prodotti, la promozione del riuso e considerando già al momento della progettazione le modalità in cui i beni realizzati verranno riciclati dopo la loro dismissione. Un approccio produttivo basato sulla economia circolare porterebbe ad una riduzione stimabile dal 50 al 90% dell’impronta ecologica di ogni prodotto.
  3. Nuovi modelli di consumo. Secondo il rapporto, i social media e le nuove tecnologie stanno creando nuovi modi di utilizzo di beni e servizi e modificando i modelli di business. In particolare si stanno sviluppando due approcci principali: il consumo collaborativo, che vede i consumatori collaborare per il riuso, la condivisione, lo scambio o baratto di beni e servizi; e l’approccio “prodotto come servizio”, secondo cui le merci  possono essere affittate piuttosto che acquistate.
  4. Modello di business basato sulla condivisione di valori. Accenture afferma che le aziende possono ottenere risparmi compresi tra i 3 ed i 29 miliardi di sterline attraverso il modello del ‘valore condiviso’ basato sul sostegno dato alla comunità in cui le aziende operano per contribuire a creare una manodopera più attiva e impegnata e costruire la fedeltà e la fiducia dei clienti.
  5. Trasparenza e coinvolgimento dei clienti Secondo Accenture, una maggiore tracciabilità dei prodotti ottenuta attraverso l’impiego di nuove tecnologie consentirebbe una migliore pianificazione e gestione dei rischi per l’azienda e permetterebbe di aumentare la fiducia e la lealtà dei clienti. La società di consulenza stima inoltre che settore manifatturiero inglese  potrebbe ottenere risparmi pari a 3 miliardi di sterline all’anno, grazie all’offerta di beni e servizi “etici”

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Strategia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...