Nel 2013 segnali positivi dalle imprese, ma sono sufficienti ?


Siamo arrivati al termine anche del 2013, quarto anno del nostro blog e della relativa newsletter. Periodo in cui abbiamo  cercato di capire e di comunicarvi, con un occhio più attento alle notizie internazionali, in che modo imprese, istituzioni e consumatori affrontano la sfida delle crisi economica ed ambientale. L’ obiettivo è fornire esempi e motivazioni in grado di ampliare, nel nostro Paese, il campo delle organizzazioni, economiche e non, impegnate nella innovazione sostenibile.

Bisogna innovare in maniera radicale e bisogna ridurre decisamente l’impronta ambientale. Per farlo bisogna cambiare il proprio modello di business e porre la sostenibilità al centro della strategia e dei valori di impresa. Una scelta che, vissuta consapevolmente e con costanza, permetterebbe alle nostre imprese di recuperare gli spazi di mercato ed il posizionamento differenziativo persi in questi anni.  Ma soprattutto sarebbe in grado di garantire un futuro di medio lungo periodo mettendole in condizione di creare un legame di fiducia con i propri pubblici di riferimento (in primis i consumatori ) e di renderle meno esposte alle crisi che abbiamo ancora di fronte a noi.

Anche nella newsletter di fine 2013 ci sono esempi positivi e molto interessanti che vanno in questa direzione. Due ne arrivano dal settore dell’abbigliamento dove aziende globali stanno implementando processi produttivi in grado di ridurre sensibilmente il consumo di acqua, energia e additivi chimici dannosi, mentre una azienda di beni di largo consumo implementa una campagna di comunicazione innovativa che si non si prefigge di far acquistare più prodotti del suo brand, ma bensì di aiutare i consumatori a capire l’importanza del riciclo, fornendo strumenti concreti per facilitare questo comportamento virtuoso. Come abbiamo capito accanto alle grandi aziende globali, molto attive sono poi le startup, in grado di innovare radicalmente prodotti, processi e modalità di business. Ecco quindi una di queste che propone un nuova potenzialmente straordinario materiale, decidendo di metterlo a disposizione di tutti come fosse un software open source, pianificandone la produzione e la diffusione  globale con il crowdfunding.

Tutto questo è necessario e quindi va sostenuto, eppure potrebbe non essere sufficiente per affrontare e contenere la minaccia ambientale principale che ci troviamo di fronte che è quella dei cambiamenti climatici. Sempre più frequentemente ci arrivano segnali in tal senso che non sono solo quelli del barometro. Si è recentemente svolta a Londra una conferenza internazionale che ha raccolto studiosi e scienziati dei settori più diversi dalla tecnologia alle scienze sociali. Tutti insieme hanno convenuto che sia necessario un radicale ripensamento del sistema economico e delle sue logiche di  sviluppo per avere delle chance di mantenere la crescita della temperatura al di sotto dei limiti che la renderebbero catastrofica per il nostro modello di vita. Per saperne di più su questo evento è possibile scaricare l’articolo del Guardian che ne fa la sintesi . Qui

E’ quindi opportuno essere ottimisti ma bisogna ormai rendersi conto quali sono i livelli della sfida che abbiamo di fronte.

Ritorniamo ora all’inizio di questo post. L’anno sta terminando e quindi ho ora l’occasione di trasmettervi i nostri migliori auguri per le Festività in arrivo. Spero siano una occasione di riposo, di relazione con i propri cari e di riflessione sui valori e gli obiettivi che più contano per noi. Potrebbe essere molto di aiuto, per tutti quanti.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Editoriali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...