Smart Cities: Oggi si parla di Internet di Ognicosa

smartcityblogInternet of Everything. Forse sarebbe meglio dire Internet dappertutto, ma, insomma, abbiamo capito il senso. Secondo un recente studio di Cisco le potenzialità di creazione di valore per le Pubbliche Amministrazioni sono enormi, specie se consideriamo le pressioni per il contenimento delle spese a cui queste sono sottoposte. Ma sarà proprio così ? Intanto diamo una occhiata ai numeri.

C’eravamo abituati da poco a sentir parlare di Internet delle Cose ed ecco qua che una nuova definizione esce fuori dal prolifico connubio della lingua inglese con la innovazione tecnologica. Internet of Everything mette in connessione fra loro persone, processi, dati e cose. La sua diffusione nei prossimi anni dovrebbe essere accellerata da un mix inarrestabile di nuove tecnologie e nuove esigenze. Smart Meter e domanda di mobilità, big data e cloud computing.

Secondo Cisco, che certo è parte in causa di questa prospettiva per cui prendiamo i suoi dati con le molle, si può quantificare una creazione di valore di 4.600 miliardi di dollari nei prossimi anni a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni sotto forma di risparmio di costi, incremento della produttività del lavoro, maggiori entrate senza ricorrere alla tassazione, ed ovviamente migliori soluzioni alle esigenze dei cittadini . Di questi quasi due miliardi potranno essere a vantaggio delle municipalità.

Dal Report di Cisco è possibile dettagliare i vantaggi ottenibili attraverso l’implementazione di soluzioni specifiche per i vari settori. Ad esempio 100 miliardi possono venire dal settore Immobiliare attraverso la maggiore efficienza nell’utilizzo degli impianti di climatizzazione, oppure quasi 50 dalla realizzazione di sistemi di parcheggio intelligenti in grado di informarci in tempo reale sui posti liberi più vicini a noi (riducendo i consumi di carburanti, il traffico e l’inquinamento) e di permettere una gestione delle tariffe graduata sulla domanda. Oppure  altri risparmi possono venire dalla gestione dell’acqua, mentre la valutazione, sempre in tempo reale, dei flussi di traffico in entrata nella città può permettere l’applicazione di tariffe correlate alla domanda e agli obiettivi di riduzione delle code e dell’inquinamento.

Una terra promessa, ma abbiamo qualche esempio reale che ci possa rendere più concreto questo miraggio? Si e neanche tanto lontani da noi, anzi. Parliamo di Barcellona, municipalità che dopo un periodo di appannamento del suo status di città economicamente e culturalmente all’avanguardia,  sembra puntare  proprio sull’innovazione tecnologica. Attenzione, qui non stiamo parlando di cose da fare, ma in buona parte già fatte, visto che la metropoli catalana già oggi ha una delle infrastrutture di connessione dati e video fra le più avanzati ed estese  al mondo. Sono quindi disponibili numerose applicazioni che riguardano l’integrazione video dei cittadini con il Municipio oppure la gestione dell’acqua ed i parcheggi intelligenti.

Tutto bellissimo. Quindi le città intelligenti del nostro futuro saranno guidate da una infrastruttura tecnologica onnipresente e a nostra completa disposizione? Su questo argomento la discussione è accesa. E’ evidente che la tecnologia avrà un ruolo di primo piano, ma questo è lo scenario dipinto in particolare dalle aziende del settore (fanno il loro lavoro). Altri parlano della necessità di sostituire al concetto di Città intelligenti quello di Comunità Intelligenti, descrivendo un processo di innovazione che parte dal basso, con l’uomo e la collettività al centro della soluzione. Ne parleremo nei prossimi articoli. Chiudo perciò con la battuta di un architetto inglese che qualche decennio fa si era profeticamente chiesto “la tecnologia è certamente la risposta , ma quali sono le domande?”

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Smart City. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...