Smart City: per l’urban farming tutti gli spazi sono buoni

smartcityblogFrutta ed ortaggi a portata di mano; le fattorie urbane possono aiutare a contenerne l’impatto ambientale ed a migliorare l’ambiente urbano.
Fino ad oggi le pensavamo collocate sui tetti dei palazzi più grandi o nel recupero degli spazi dismessi. Da oggi dobbiamo modificare questa geografia ed immaginarle anche …. sottoterra.

Growing Underground è infatti  il brand di una linea di ortaggi freschi (insalata, rucola, red lion, senape, broccoli e cosi via) che nei prossimi anni potrete mangiare od acquistare nei ristoranti e nei market di fascia alta di Londra. In questo caso sarà effettivamente giunto a compimento il progetto di una start up che oggi ha  superato la fase di test  e che si sta organizzando, con l’immancabile ricorso ad un sito di crowdfunding, per raccogliere i finanziamenti necessari alla produzione vera e propria.
Ma i risultati che può concretamente dimostrare, anche dal punto di vista qualitativo, hanno già attirato l’attenzione di alcuni chef di buona fama, che sono fra i suoi supporter, e dello stesso sindaco della metropoli inglese. La domanda di prodotti vegetali freschi di qualità a chilometro zero è in forte crescita a Londra e la produzione della nuova impresa promette di acquisire uno spazio di rilievo.

Ma spieghiamo meglio di cosa si tratta. Innanzitutto il “campo”, o meglio la location produttiva. Si tratta un vasto rifugio anti bombe risalente alla seconda guerra mondiale (dove potevano essere accolte fino ad 8.000 persone) localizzato appena sotto la stazione della metropolitana di Clapham. Il metodo di coltivazione è quella idroponica che non richiede l’impiego di molta energia.

Ed in ogni caso, è proprio alla metropolitana e ai suoi sistemi di funzionamento che Growing Underground si “attacca” per ottenere quasi tutto quel che gli serve. L’energia termica viene infatti fornita recuperando il calore disperso dagli impianti della metropolitana, e cosi pure l’acqua potrà arrivare recuperando quella che viene pompata fuori dai tunnel del metro. L’energia elettrica è rinnovabile grazie al sole e al vento (insomma dell’esterno non si può fare del tutto a meno) ed il business plan del progetto prevede di superare addirittura le esigenze della produzione “agricola”.  Luce e calore vengono fornite alle piantine attraverso un sistema di illuminazione a LED che dovrà realizzare la temperatura di 20 gradi costante, necessaria al pieno sviluppo della coltivazione. Nella fase di test si è già arrivati a 16 gradi.

Ma quali dovrebbero essere i vantaggi di questa fattoria sotterranea rispetto a quelle tradizionali? Innanzitutto le condizioni ambientali, oggettivamente meno affascinanti di quelle naturali, sono però assolutamente predeterminabili e controllabili e quindi meno suscettibili di causare oscillazioni produttive e quindi dei prezzi (dal 2009 al 2012 sul mercato londinese i prezzi alimentari sono aumentati del 32%).

Poi la localizzazione  che permette di ridurre al minimo costi, tempi ed impatto ambientale dei trasporti. Si stima che in un tempo variabile dalle due alle 6 ore le verdure raccolte dal campo di Growing Underground possono essere acquistate nel più famoso mercato londinese di Covent Garden. In questo modo aumenta significativamente la vita utile del prodotto fresco e si riducono anche gli scarti. Ovviamente la distribuzione avverrà utilizzando piccoli van elettrici.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Acquisti- Supply Chain, Agricoltura, Allevamento e Pesca e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...