Smart City: i giovani non sono solo belle speranze

smartcityblogL’obiettivo è la comunicazione istituzionale verso le migliori università globali ed i loro giovani talenti, oppure è il coinvolgimento (un po’ furbetto) delle competenze più adeguate per affrontare la sfida della innovazione e della sostenibilità ? Domanda legittima quando si leggono i commenti sulla recente iniziativa di Sap. Vediamo perché.

L’ ironica domanda in realtà ha una risposta abbastanza semplice, ascoltando gli interventi dei dirigenti della Sap e delle aziende partner dell’iniziativa che andremo fra poco a raccontare. Buona la seconda! I Millennials (i teenagers degli anni 2.000) sono in realtà le persone più adatte, grazie alla loro “naturale” complementarietà con i gli strumenti digitali ed i social media, a trovare le migliori soluzioni per fornire le applicazioni in grado di guidare i moderni cittadini e consumatori verso comportamenti più sostenibili nella vita quotidiana delle grandi città. Per questi giovani il business non può essere altro che mobile e sostenibile. Quindi a chi rivolgersi per soluzioni concrete in grado di rompere le regole del gioco ?

Ma vediamo di cosa si tratta. Sap ha recentemente annunciato i vincitori di due concorsi a cui hanno partecipato i migliori gruppi di studenti delle migliori università globali. Il primo intitolato Global Connected Cars riguarda ovviamente il settore automotive, il secondo Utility of Tomorrow Innovation, il campo dell’energia rinnovabile e del suo migliore utilizzo. I vincitori selezionati hanno presentato dei progetti che troveranno una applicazione e, si spera una commercializzazione concreta, attraverso un programma di tutoraggio negli stage estivi  presso la sede statunitense di Sap, dove i ragazzi saranno affiancati da ingegneri e uomini di mercato dell’azienda informatica e dei suoi partner

Tutti i progetti realizzati utilizzano al meglio le applicazioni digitali ed i social network. Forniamo un paio di esempi che sono giunti all’onore delle cronache. Uno dei gruppi di studenti  premiati per il settore automotive propone un’applicazione in grado di far incontrare in tempo reale con la massima efficienza ed efficacia la domanda e l’offerta di parcheggi. ParkingGain, questo è il suo nome, fornisce al guidatore la soluzione migliore utilizzando tutti insieme parametri come il costo, la localizzazione, il tempo di viaggio, la destinazione finale. Il progetto arriva dal South Carolina.

Il segno dei tempi lo vediamo anche dalla provenienza di uno dei progetti per il secondo contest che arriva dal Dubai’s Woman College per l’alta tecnologia (!) dove hanno sviluppato un’applicazione che è in realtà un sistema sofisticato di gestione in grado di aiutare le famiglie a realizzare la massima efficienza nel consumo di energia domestica che però diventa molto più attrattivo perché viene accompagnato da elementi di “gamification” e dall’immancabile condivisione in rete con i propri amici e vicini dei risultati ottenuti. E a questo, ammettiamolo, potevano pensarci solo delle giovani Millenials !

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Smart City e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...