GE rilancia l’impegno di EcoImagination

geblogPiù volte abbiamo già dato conto dell’ iniziativa di General Eletric che va sotto il nome di Ecoimagination, con la quale la società americana ha sviluppato una serie di collaborazioni  e di prodotti che hanno ottenuto significativi risultati in termini di sostenibilità. Oggi l’azienda rilancia l’impegno verso il 2020 e focalizza la sua attenzione sul tentativo di ridurre l’impatto ambientale della estrazione del gas naturale (shale gas).GE ha dato inizio all’esperienza di Ecoimagination nel 2005 ed i risultati fino a questo momento sono particolarmente significativi: quelli economici parlano di un turnover complessivo di 160 miliardi di dollari e di 300 milioni di risparmi, mentre dal punto di vista ambientale le emissioni di gas serra si sono ridotte del 34% ed i consumi di acqua fresca (quella disponibile per altri consumi) si sono ridotti addirittura del 47% dal 2006. Lo stesso CEO di GE considera esplicitamente Ecoimagination una delle iniziative strategiche di maggior successo dell’azienda negli ultimi anni.

Niente di strano quindi che General Electic abbia deciso di rilanciare il suo impegno nel progetto per i prossimi anni fissando i propri target in riferimento al 2020 (un abitudine che evidentemente ormai non è più solo europea).
In termini economici l’azienda parla di ulteriori 10 miliardi di dollari che saranno investiti in tecnologie pulite dal 2015 al 2020 portando il totale complessivo del progetto a quella data alla cifra di 25 miliardi di dollari. Per quanto riguarda le performance ambientali dei processi produttivi della grande corporation  si parla di un’ ulteriore riduzione delle emissioni di gas serra e acqua, fissando per questa ultima una diminuzione del 20% sulla baseline del 2011 (ricordiamo la precedente riduzione del 47%).

Per quanto riguarda gli investimenti in ricerca e sviluppo questi saranno indirizzati sulle seguenti tecnologie: nell’estrazione del gas naturale per provare a sostituire l’acqua con la C02 catturata, nelle energie rinnovabili per ridurre il costo e quindi aumentare la competitività in particolare degli impianti eolici, negli impianti di produzione di energia per aumentarne l’efficienza e quindi ridurne i consumi. Inoltre sono state avviate una serie di collaborazioni per affrontare quelle che vengono definite le sfide della estrazione del gas naturale (shale gas) che sta rendendo indipendente gli Stati Uniti dal punto di vista energetico provocando al contempo dubbi e preoccupazioni per l’impatto ambientale.

Una collaborazione riguarda la possibilità di sostituire l’acqua utilizzata per la frattura delle rocce con CO2 che viene catturata da altro processi ed utilizzata per questa finalità (a sua volta questi gas serra dovranno essere di nuovo catturati o immagazzinati nel sotto suolo). Allo stato attuale questa applicazione è disponibile, ma non è ancora economicamente conveniente. Un altro progetto riguarda invece la possibilità di utilizzare il gas naturale estratto dai pozzi petroliferi più lontani che oggi viene bruciato se non utilizzato in loco perché gli impianti per il suo stoccaggio e trasporto non sono economicamente convenienti. Si parla di separare la parte liquida da quella allo stato gassoso (la prima può essere venduta), il metano, che viene a sua volta compressa , immagazzinata e distribuita grazie ad un nuovo sistema realizzato dai partner di GE .

EcoImagination potrà quindi continuare ad essere un brand di successo a dimostrazione della possibilità che sostenibilità economica ed ambientale possono essere conciliate anche accettando le sfide più difficili.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ricerca e Sviluppo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...