FoodLoop, una App per ridurre lo spreco di cibo

sprecoblogLa filiera di produzione e consumo dei prodotti alimentari ha un fortissimo impatto ambientale e sociale. Per questo lo spreco di cibo rappresenta non solo un problema etico ma riguarda direttamente la sostenibilità del nostro modello di vita. La data di scadenza dei prodotti è una delle principali cause di tale spreco che però ora potrà  essere ridotto grazie alla App  realizzata da una start up tedesca.

Lo smaltimento in discarica di prodotti alimentari raggiunge nei paesi sviluppati cifre apparentemente incredibili. Si parla di percentuali pari al 50% di quanto effettivamente consumiamo. Lo spreco di queste risorse di fronte ai problemi di alimentazione di una buona parte della popolazione mondiale appare eticamente inaccettabile ma la contraddizione appare altrettanto grave se si pensa all’impatto ambientale (consumo di acqua, inquinamento di aria e acqua, consumo di materiali) dei prodotti alimentari che poi vengono tranquillamente buttati prima ancora di arrivare sulle nostre tavole.

Per ridurre se non eliminare questo fenomeno bisogna agire sulla shell life dei prodotti freschi, sulla informazione e consapevolezza dei consumatori e sulla organizzazione dei sistemi di distribuzione. Ed in effetti molte soluzioni sono nate, e stanno nascendo, per contrastare il fenomeno dello spreco di cibo.

Una di quelle che ha attirato la nostra attenzione è FoodLoop, che è il nome della  App ma anche quello della Start-up tedesca che la sta realizzando (http://www.foodloop.de)
Il Progetto di FoodLoop consiste in una piattaforma digitale in grado di fornire in tempo reale sui telefonini dei consumatori le informazioni riguardanti le opportunità di acquisto a prezzi scontati dei prodotti alimentari che si stanno avvicinando alla loro data di scadenza. Il sistema opera integrandosi direttamente con i database  dei distributori dove sono riportate le date di consumo associate ai prodotti in stock.

Una soluzione innovativa che viene considerata molto più avanzata rispetto ad altri approcci del genere meno informatizzati (e quindi anche meno efficienti per il distributore). Insieme alla riduzione degli sprechi alimentari i vantaggi del processo innescato dalla piattaforma riguardano l’incremento dei redditi delle catene distributive , la possibilità di acquistare a prezzi ridotti prodotti alimentari per i consumatori e la diffusione di uno stile di consumo più consapevole e sostenibile

La storia di FoodLoop è tipica dei progetti imprenditoriali che si basano sulle opportunità offerte dalla tecnologia mobile e digitale. Il fondatore, che viene dal mondo della distribuzione alimentare, dove ha potuto valutare personalmente la dimensione degli scarti alimentari, è stato via via sostenuto nella implementazione del suo progetto dall’incubatore universitario della città di Colonia, dai fondi raccolti partecipando ai vari contest nazionali ed internazionali per l’innovazione, ed infine dalla stessa SAP, gigante della informatica, che sta sostenendo il progetto leggendovi evidentemente i cromosomi di un possibile successo commerciale.

Il sistema di FoodLoop è quasi pronto per arrivare sul mercato. Verrà testato grazie alla collaborazione di alcuni supermercati bio della citta di Bonn. la credibilità e l’immagine delle catene distributive viene considerato dai creatori della APP una condizione necessaria per superare il possibile ostacolo dei pregiudizi dei consumatori nei confronti dei prodotti prossimi alla scadenza. Un tema su cui in effetti sta molto crescendo l’informazione rivolta ai consumatori (vedi anche le recenti proposte relative alla eliminazione del concetto di “da consumarsi preferibilmente entro” per alcuni prodotti.  In ogni caso la società è stata già contatta dalle principali catene distributive tedesche, molte interessate alla riuscita del progetto.

Per rafforzare il posizionamento sui valori della sostenibilità della soluzione offerta l’acquisto dei prodotti utilizzando la piattaforma di FoodLoop sarà accompagnato dalla destinazione di una quota delle entrate della società per iniziative di carattere sociale ed umanitario.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Information Technology e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...