H&M partner di Solidaridad per una supply chain ancora più verde

HMblogH&M vuole progredire nel lungo e difficile cammino della sostenibilità aziendale e per questo motivo si allea con Solidaridad, organizzazione internazionale che si occupa principalmente dello sviluppo sostenibile delle supply chain nel settore agricolo. L’obiettivo è quello di ridurre ulteriormente l’impatto ambientale della sua produzione tessile.La famosa azienda di abbigliamento svedese e la ONG olandese Solidaridad hanno già collaborato in passato per lo sviluppo di singoli progetti di sostenibilità ed ora hanno approfondito la loro cooperazione per dare vita ad una partnership pluriennale. Le due organizzazioni hanno intenzione di focalizzare i loro interventi sulla supply chain di H&M in modo da migliorare il suo livello di sostenibilità in tutti i passaggi: dai campi di cotone fino alla distribuzione dei capi presso i punti di vendita.

In particolare le aree di intervento riguarderanno la produzione di cotone, la gestione della risorsa idrica e il miglioramento delle condizioni di lavoro degli operai nelle fabbriche tessili.

Per quanto riguarda la coltivazione del cotone, H&M e Solidaridad sono entrambi membri di “Better Cotton Initiative” (BCI), organizzazione che ha come finalità la coltivazione sostenibile del cotone, risparmiando acqua, migliorando la resa del terreno e riducendo l’uso dei pesticidi. Altra area di intervento è quella del risparmio d’acqua, in particolare nelle fabbriche del Bangladesh e della Cina. Qui gli stabilimenti che lavorano per H&M ricevono assistenza e supporto per migliorare da questo punto di vista le fasi della tintura e del successivo lavaggio dei capi in produzione.

Ultimo, ma non meno importante il tema del miglioramento delle condizioni di lavoro e dei salari degli operai del settore. A questo scopo Solidaridad ha realizzato vari video da proiettare nelle fabbriche. Questi, attraverso un linguaggio semplice e la narrazione di storie, permettono di aumentare tra gli operai la consapevolezza dei propri diritti nell’ambito dei rapporti di lavoro.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Acquisti- Supply Chain e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...