Ripensare la logistica per ridurre il carbon footprint della birra

logblog

Anheuser-Busch In Bev il gruppo belga titolare di noti marchio di birra come Stella Artois, Budweiser e Beck’s si è impegnato a ridurre del 15% entro il 2017 le emissioni di CO2 derivanti dalle sue attività di logistica in tutto il mondo e stima che se il risultato verrà raggiunto porterà risparmi pari a 200 milioni di dollari.

Per raggiungere l’obiettivo fissato l’azienda dovrà ridisegnare le attività di trasporto in entrata, in uscita e lo stoccaggio.Per quanto riguarda il solo trasporto in uscita la riduzione dell’impatto ambientale dovrebbe portare all’abbattimento di circa 230.000 tonnellate di emissioni di anidride carbonica in totale.

Molte le iniziative che l’azienda intende mettere in atto per ridurre l’impatto dell’attività di trasporto ed il consumo di energia che deriva dalla logistica. In particolare l’uso di carburanti alternativi, di strumenti per la guida intelligente oltre che di mezzi progettati per massimizzare l’efficienza dei trasporti.

Cruciale in questo progetto sarà la collaborazione di AB InBev con i suoi partner della supply chain  per diffondere le “best practice” già collaudate come i programmi di trasporto condivisi già in vigore negli Stati Uniti e Brasile.

L’azienda ha già avviato in realtà in Europa un programma locale di riduzione dell’impatto della logistica, chiamato “Lean And Green” promosso nei Paesi Bassi da Connekt, un’istituzione ambientale ed in Belgio da parte dell’Istituto Fiammingo per la Logistica.

Il progetto che è stato sperimentato in Europa, ha permesso di ottenere in due anni una riduzione di circa 3.100 tonnellate delle emissioni di CO2 derivanti dalla logistica e si prevede di ridurre la produzione di anidride carbonica di ulteriori 14.000 tonnellate nei prossimi cinque anni di prosecuzione del programma

Questi ottimi risultati hanno spinto l’azienda ad implementare globalmente lo stesso progetto  per guidare l’adozione di simili strategie di miglioramento dell’impatto della logistica in altri paesi.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Logistica e trasporti e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...