Smart City: Trasporti pubblici più efficienti grazie ai social media

smartcityblogI messaggi, spesso critici, che pendolari e fruitori dei trasporti pubblici si scambiano sui social media sono ormai all’ordine del giorno. Sfoghi, critiche, suggerimenti che spesso restano inascoltati. Nel Regno Unito hanno scoperto che è possibile utilizzarli per rendere migliore il servizio di trasporto ed i suoi fruitori più felici. Come?Tutto si basa su uno strumento di analisi davvero nuovo che si è sviluppato in seguito alla ampia diffusione dei social media: la sentiment analysis. Si tratta di un’analisi qualitativa delle conversazioni in rete (blog, forum, social network)  relativa ad un particolare tema, ma anche ad un brand, un  prodotto e che mira a comprendere e misurare  quale sia la percezione, l’atteggiamento, o anche lo stato d’animo degli utenti rispetto ad esso. Questa forma di analisi si sta diffondendo sempre di più tra le aziende interessate conoscere quale sia la loro “brand reputation” in rete.

L’assoluta novità è che il Royal College of Art, la start up Commonplace ed il centro britannico per l’innovazione e la tecnologia: Transport System Catapult abbiano scelto di utilizzare la stessa modalità di analisi con lo scopo di migliorare il sistema di trasporti pubblici nazionale.

Alla sentiment analisys è stato abbinato un sistema di geolocalizzazione e conseguente mappatura (sentiment mapping) dei post e tweet che ogni giorno vengono pubblicati dai pendolari inglesi su Facebook o Twitter. In questo modo si è riusciti ad individuare in maniera precisa le zone in cui si verificano i maggiori disservizi e quindi le aree delle città in cui il malcontento degli utenti è maggiore o dove, al contrario, i luoghi dove essi sono maggiormente soddisfatti dalle performance dei trasporti pubblici.

Uno dei più significativi risultati che si vuole raggiungere utilizzando la sentiment analysis e la sentiment mapping è quello di eliminare  l’antagonismo storico tra le aziende che  forniscono il servizio  di trasporto pubblico ed i suoi fruitori e ridefinire quel rapporto su basi costruttive per raggiungere obiettivi e benefici comuni, utilizzando tutte le potenzialità dei social media. Forse tra un paio di anni, i viaggiatori saranno in grado, attraverso questi nuovi strumenti, di dare il proprio contributo al miglioramento dei servizi di trasporto, promuovendo soluzioni sostenibili efficienti ed arrivando a co-progettare i sistemi di trasporto insieme alle aziende e alle amministrazioni pubbliche.

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Smart City e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Smart City: Trasporti pubblici più efficienti grazie ai social media

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...