Negli States cresce ancora il divario fra consapevolezza e comportamenti green

greengapblogParafrasando un vecchio detto locale”fra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare” . Una considerazione un po’ amara che sembra adattarsi perfettamente ai consumatori americani ed il loro atteggiamento verso la sostenibilità. Almeno questo è quanto ci comunica la settima edizione annuale di Eco Pulse di Shelton Group . Seguiteci per saperne di piùLa ricerca investiga in profondità l’atteggiamento ed i comportamenti concreti dei consumatori americani riguardo la sfida di poter concretamente influenzare con le scelte personali la sostenibilità ambientale del loro modello di vita. E la ricerca conclude che esiste un divario che sembra addirittura in crescita fra ciò che gli americani pensano in termini di ambiente e ciò che in realtà concretamente fanno. Cresce quindi la preoccupazione per gli effetti negativi  di ciò che produciamo e consumiamo , ma questa consapevolezza non determina, almeno per ora , comportamenti coerenti nelle scelte di acquisto e di utilizzo dei prodotti . L’unico comportamento virtuoso che sembra diffondersi  è il riciclaggio dei rifiuti.

A parere dei ricercatori di Shelton Group questa situazione, in parziale controtendenza nei confronti dell’anno scorso, può essere determinata dalla ripresa dell’economia. Come se l’uscita (negli USA) dai lunghi anni di crisi avesse “liberato” gli “animal spirit” del consumatore americano. Ma sinceramente dai dati osservati non ci sono evidenti supporti a questa valutazione. Certamente più condivisibile e diffusa è la convinzione degli stessi ricercatori che questo trend non positivo può essere rovesciato, in particolare grazie all’intervento dei Brand, favorendo il collegamento diretto fra i comportamenti sostenibili e i bisogni più personali dei consumatori come ad esempio la sicurezza, la salute e cosi via. Insomma i Brand devono mostrare ai loro clienti che soluzioni più sostenibili sono meglio in grado di risolvere le loro principali esigenze.

D’altronde andando a guardare più dettagliatamente i risultati della ricerca c’è da dire che le aziende hanno ancora tutto l’interesse ad conquistare un posizionamento green nei confronti del consumatore americano. Risulta infatti che più che il packaging del prodotto al supermercato quel che influenza la scelta orientata da preoccupazioni ambientali e sociali è la reputazione della compagnia. Anche la certificazione di prodotto rappresenta una fonte di rassicurazione, ma la reputazione sembra acquisire un effetto alone in grado di “motivare” certe scelte anche al di la di concreti vantaggi di prodotto.

Una reputazione che ovviamente non si conquista gratuitamente ma con iniziative di responsabilità sociale efficaci e anche con la comunicazione di miglioramenti nelle caratteristiche dei prodotti che risolvono le esigenze dei consumatori . Come ad esempio l’eliminazione o la riduzione di sostanze chimiche pericolose. Una reputazione che può essere anche rapidamente danneggiata con conseguenti effetti sui comportamenti . Il 70% dei consumatori dichiara infatti che smetterebbero di comprare prodotti di una azienda di cui verrebbero a conoscere penalizzazioni a seguito di comportamenti dannosi per l’ambiente . Di questi quasi il 20% si darebbero addirittura da fare per diffondere la notizia presso i loro conoscenti cercandone la complicità. Ma lo faranno davvero ?

Se l’articolo è stato di tuo interesse, visita il nostro sito: www.greenactions.it ed iscriviti alla newsletter gratuita

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Marketing e vendite e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...